COSA MANGIARE IN KENYA: 3 RICETTE FACILI PER SAMOSA.

una ragazza italiana e un ragazzo kenyano che mangiano insieme delle samosa alla carne

Spesso mi viene chiesto: “Cosa si mangia in Kenya? ”Qual è un piatto tipico keniano?” Potrà anche non essere originario del Kenya, ma di sicuro uno dei cibi più amati in Kenya sono le samosa.

Sono più che sicura che se avete visitato il Kenya ne sarete incappati e sono altrettanto sicura che se ne avete provata una non sia stata una sola. Come si dice, una samosa tira l’altra!

Perciò qui troverete 3 ricette per poterle preparare facilmente a casa.

Ho già detto che le samosa non sono originarie del Kenya, ma dell’Asia centrale e sono diventate cibo comune in alcuni paesi arabi e del continente africano. Le samosa sono dei piccoli snack,  per lo più con forma triangolare, di pasta farcita con un ripieno poi fritta o cotta al forno. Questi bocconcini sono un cibo molto versatile perché possono essere vegetariani o meno, piccanti, speziati o con un sapore più piatto.

Altro aspetto da considerare è che possono essere surgelate e scaldate successivamente per un veloce spuntino o  aperitivo. E dato che anche io non sono una gran cuoca, non preoccupatevi: le ricette saranno molto semplici con piccoli trucchetti per renderle ancora più a portata di non chef.

In questo articolo troverete tre diverse ricette per preparare altrettante varianti di samosa. Le samosa classiche ripiene con carne trita e altri due tipi di samosa perfette per i vegetariani.

Iniziamo con il preparare la pasta che sarà uguale per i tre tipi di samosa.

RICETTA PER LA PASTA DELLE SAMOSA

dosi per 14/18 samosa

INGREDIENTI
  • 3 tazze di farina di grano 00 (370 grammi circa) + mezza per la chiusura
  • un chucchiaino di sale
  • 2 cucchiai di olio di oliva
  • una tazza di acqua (240 millilitri circa)+ mezza tazza per la chiusura
PREPARAZIONE

In una ciotola abbastanza grande unite la farina, il sale, l’olio e la tazza d’acqua. Lavorate l’impasto con le mani o con una spatola fino a che omogeneo e non aderirà alle pareti della ciotola.

A questo punto su una superficie piana leggermente infarinata lavorate l’impasto per altri 4 minuti fino a che risulti soffice e uniforme.

Create una forma compatta con la pasta, spennellate con poco olio di oliva e lasciate riposare per 30 minuti nella ciotola coperta con un panno da cucina pulito.

Ora la pasta è pronta per essere lavorata!

Dividetela in piccole palle della stessa dimensione (con le dosi date 7/9 palle è il numero ideale).

Con l’aiuto di un mattarello spianate una delle palle in un cerchio di poco spessore. Mettete, poi, il cerchio spianato in una padella antiaderente preriscaldata, scottate il cerchio per circa 5 secondi per lato (la pasta non deve diventare croccante) e poi riponetelo in un contenitore chiuso o coperto per mantenerlo umido.

Ripetete il procedimento con tutte le palle  create.

pasta per samosa spianata con mattarello e farina a cerchio

Una volta che tutti i cerchi sono pronti è tempo di creare la “colla” per dare forma alle samosa.

A mezza tazza di acqua aggiungete lentamente mezza tazza di farina mescolando di volta in volta. L’obiettivo è quello di ottenere una consistenza cremosa e leggermente appiccicosa.

Recuperate i cerchi di pasta e eseguite il seguente procedimento per ciascuno di essi.

Tagliate il cerchio a metà, prendete uno dei due semicerchi creatosi e, mantenendo la parte arrotondata verso di voi, create una specie di cono, incollate i due lati con la colla/crema creata e lasciate aperta la parte superiore.

passaggio della ricetta per samosa su come arotolare la pasta per dare la forma triangolare

Farcite le samosa con due cucchiai di ripieno che tra poco andremo a vedere come preparare e sigillate anche la parte superiore ripiegandola e applicando un po’ della crema.

Una volta chiuse le samosa saranno pronte per essere cotte (vedi la parte finale dell’articolo)

N.B. In caso questo procedimento per creare la pasta ti possa sembrare troppo complicato o il tempo a disposizione è poco, ecco un segreto. Potete usare la pasta già pronta per tortillias partendo così da dei cerchi perfetti già pronti che dovrete solo tagliare e fissare a cono.

RICETTA PER IL RIPIENO CLASSICO

Solitamente in Kenya troverete le samosa ripiene con carne trita perciò proviamo ad iniziare con questo ripieno.

INGREDIENTI
  • 450 g di carne di manzo tritata
  • una cipolla rossa di media grandezza
  • 1 o 2 spicchi d’aglio
  • un peperoncino verde jalapeño (facoltativo)
  • un cucchiaino di sale
  • un cucchiaino di pepe nero
  • un cucchiaino di coriandolo
  • un cucchiaino di cumino
  • 3 cipollotti
  • 2cucchiai di olio
PROCEDIMENTO

In una padella con un po’ d’olio aggiungete la carne trita, la cipolla, i cipollotti e il peperoncino tagliati sottili e l’aglio e il coriandolo tritati.

Aggiungete, po, il sale e tutte le spezie. Mescolate fino a che la carne è ben cotta e asciutta.

Molto semplice e molto a vostra discrezione.

Potete decidere di rendere il ripieno più o meno piccante o più o meno speziato  a vostra scelta.

Potete anche sperimentare con altri tipi di carne: spesso in Kenya il manzo viene sostituito con carne di capra, ma potete provare anche con pollo o tacchino.

3 samosa con ripieno di carne trita impiattate con insalata e pomodori

RICETTA PER RIPIENO DI VERDURE

Ecco un ottima e leggera alternativa alle samosa classiche per chi preferisce una dieta vegetariana.

INGREDIENTI
  • 2 patate
  • mezza tazza di piselli
  • una carota  
  • una tazza di verza tagliata sottile
  • una cipolla
  • 2 spicchi d’aglio
  • 3 cucchiai di olio
  • un cucchiaino di sale
  • un cucchiaino di pepe
  • un cucchiaino di cumino
  • un pezzo di zenzero grattato
PREPARAZIONE

Bollite i piselli e le patate tagliate a pezzetti. In una padella oliata fate soffriggere la cipolla ed aggiungete tutte le verdure tagliate o grattugiate ed insaporite, con  il sale e le spezie.

Lasciate cuocere mescolando di volta in volta fino a che le verdure non saranno cotte e l’acqua prodotta non sarà asciugata. Anche per questo ripieno potete sperimentare a vostra scelta con le spezie. Potete anche pensare di usare diversi tipi di verdura come fagiolini melanzane o zucchine.

Oppure provate a mischiare il ripieno vegetale a quello classico di carne: vi assicuro che è un’ottima idea!

RICETTA PER RIPIENO DI LENTICCHIE

Ecco un’altra alternativa vegetariana per fare le samosa.

Anche questo tipo di samosa è abbastanza diffusa in Kenya dove le lenticchie vengono chiamate ndengu (in swahili): prepariamo, dunque, il ripieno per le ndengu samosa.

INGREDIENTI
  • 2 tazze di lenticchie secche
  • 2 spicchi di aglio
  • una cipolla
  • un cucchiaio di sale
  • un cucchiaino di pepe
  • 3 cucchiai di olio
PROCEDIMENTO

Fate bollire le lenticchie in una pentola a pressione per circa 20 minuti.

Rosolate la cipolla in una padella, aggiungete le lenticchie, sale e pepe e l’aglio tritato. Potete decidere di aggiungere peperoncino o spezie a vostra scelta.

Una volta che il ripieno è ben cotto e asciutto sarete pronti per farcire le vostre samosa.

piatto con sei samosa vegetariane servite con salsa alla menta, salsa di soya e ketchup

COTTURA FINALE DELLE SAMOSA

Una volta che le vostre samosa saranno riempite e chiuse è tempo di cucinarle e, soprattutto, mangiarle!

Fate scaldare dell’olio per friggere in una padella un po’ profonda. Una volta che l’olio sarà caldo mettete le samosa a friggere fino a che non saranno dorate all’esterno. Rimuovetele  e asciugate l’olio in eccesso con della carta da cucina. In questo modo la pasta sarà super croccante e deliziosa.

Se preferite, però, potete anche cucinare in forno a 350 gradi per circa 20 minuti.

Vista la preparazione non veloce ricordatevi che potete anche surgelare le samosa prima della cottura finale e cucinarle successivamente. Basterà seguire lo stesso procedimento con le samosa scongelate. Spero questa facile ricetta per samosa vi invoglierà a provare.

Fatemi sapere la vostra esperienza e raccontatemi qual è la vostra scelta in fatto di ripieno dei commenti.

Per ogni consiglio o dubbio potete chiedere sempre nei commenti.

Ora non vi resta che provare!

Buon appetito o hamu nzuri!

Articoli consigliati

4 commenti

  1. Buone le samosa, a me piacciono moltissime e le ho trovate in tantissimi paesi del mondo. Appena avrò tempo, proverò la tua ricetta!

    1. Sono infatti originarie dell’India e durante il colonialismo sono arrivate anche in Kenya, dove poi sono state leggermente rivisitate. Fammi sapere come verranno se proverai la ricetta!

  2. Che buone le samosa! Le ho provate in diversi ristoranti ma immagino che lo stesso piatto provato direttamente sul posto sia un’altra cosa. Non ti prometto di provare la ricetta perché ho il potere di rovinare anche le ricette più facili, però se dovessi cambiare idea ti farò sapere 😉

    1. Tranquilla, anche io in cucina sono un disastro, ma non sono così difficili da preparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.